«

»

Mar 25 2013

Stampa Articolo

Legaconsumatori: attenzione truffatori all’opera per chi sta cercando una occupazione

LE OFFERTE DI LAVORO  “TRUCCATE” E   FALSE

La truffa corre sul web (e non solo).L’analisi effettuata da alcune Associazione consumatori ha rilevato dati preoccupanti per i siti web: è qui che si rilevano il 70% delle truffe lavorative riscontrate.

In rete si trovano portali e siti “cerca lavoro”sparsi un po’ in tutta Italia, ed hanno quasi tutte lo stesso modus operandi e inseriscono annunci con ricerca di addetti letture contatori, autisti, magazzinieri, segretarie.

Durante i brevi colloqui sono sempre molto ambigui, musica ad alto volume, informazioni generiche.

 

 

COSA FARE PER  DIFENDERSI?

Osservate innanzi tutto questi consigli e prima di andare ad un colloquio, ad un incontro, fatevi dire per via telefonica in cosa consiste realmente il lavoro offerto per non perdere tempo.

  • Le aziende affidabili non nascondono niente; descrivono subito il lavoro offerto, requisiti richiesti e compensi. Fanno leggere e firmare un contratto prima di iniziare qualsiasi attività.
  • Una società seria che vi offre un’occupazione, da casa, in ufficio, vorrà vedere prima il vostro curriculum vitae e le vostre referenze.
  • Può sembrare ovvio, ma quando un’offerta sembra troppo bella perché sia vera,  (guadagni facili, poche ore di lavoro)  probabilmente è falsa.
  • Diffidate delle aziende che non indicano la propria ragione sociale e la partita IVA.
  • Effettuate ricerche on line, presso il registro Imprese della Camera di Commercio, o sul sito dell’Agenzia delle Entrate in modo da  verificarne l’affidabilità.
  • Anche se difficile, diffidate quando vengono richiesti dati personali, numeri telefonici, indirizzi e-mail con la promessa di ricontattarvi.
  • Prendetevi sempre tutto il tempo necessario per riflettere ed eseguire verifiche per valutare l’autenticità dell’offerta.
  • Guardate con sospetto e riflettete bene quando vi chiedono contributi economici per iniziare un rapporto di lavoro.
  • Non acquistate kit o materiali necessari per avviare un’attività a domicilio.
  • Non iscrivetevi a Vs spese a corsi di avviamento al lavoro. Deve essere l’azienda che assume a farsi carico di certe spese.

 

Purtroppo fra i tanti siti, nessuno contiene informazioni e consigli necessari per prevenire eventuali truffe.

Tanta gente indifesa è in buona fede ed è perciò facile rimanere vittime.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *