Stampa Pagina

La voce del Lavoratore newsletter

Utenti in crescita al Patronato Acli: raddoppiate dal 2009 le pratiche svolte nei confronti di cittadini immigrati.

Dal 7 marzo operativa anche la nuova sede delle Celle in via XXIII Settembre

RIMINI – Un servizio efficiente, professionale e altamente qualificato, che oggi raddoppia.  Finalmente apre al pubblico la nuova sede in via XXIII Settembre n. 109, accanto alla nuova rotonda, con via Sacramora, zona Celle. Nuovo stabile a vetri, nuovi uffici, ampio parcheggio e la professionalità delle ACLI, a costo zero.

Una sede, che è stata già inaugurata con la presenza del Vescovo di Rimini monsignor Francesco Lambiasi e dell’Assessore Paola Taddei del Comune di Rimini a Novembre, ma che solo oggi diventa pienamente operativa.

Con il raddoppio della sede abbiamo trasferito la maggior parte dei servizi. Questo ha richiesto necessariamente un periodo di assestamento. – spiega la Direttrice Grazia Ronchi – Oggi tutto è pronto stiamo già accogliendo su appuntamento i nostri utenti, che potranno trovarci così anche nella zona nord della città. Uno sportello CAF, dove poter fare le dichiarazioni di redditi, sarà inceve attivato più avanti.”

Il Patronato Acli, da sempre si occupa gratuitamente, della tutela e della promozione dei diritti dei lavoratori e dei cittadini nei confronti dello Stato, dei grandi Istituti di previdenza e di assistenza (INPS, INPDAP, ENPALS, INAIL, ecc.), per quanto riguarda le prestazioni previdenziali, assistenziali o risarcitorie a seguito di infortunio sul lavoro o malattia professionale, ma anche nei confronti degli Enti previdenziali dei Liberi Professionisti. Della tutela di tutti i cittadini e i lavoratori che hanno problemi di salute e di invalidità: dagli infortuni nei luoghi di vita e di lavoro e del loro indennizzo Inail, alla valutazione medico-legale dell’invalidità civile, dell’handicap, dell’invalidità Inps e dell’inabilità dei pubblici dipendenti per ottenere le relative pensioni. Tutto questo senza richiedere neppure il tesseramento all’Associazione. Così sono moltissimi i cittadini ad accedere agli sportelli e lunghissime le file per informazioni, consulenze e tutele in merito a questioni contributive e previdenziali a livello nazionale e internazionale; malattie professionali; infortuni sul lavoro; invalidità civili; trattamenti di famiglia; indennità di disoccupazione; procedimenti amministrativi per gli immigrati. Il patronato Acli, offre inoltre un servizio di assistenza e consulenza per ogni esigenza contributiva e previdenziale: è possibile verificare la propria posizione assicurativa, essere assistiti nella richiesta di pensione ma anche di accrediti, riscatti, ricongiunzioni, totalizzazioni, trattamento di fine rapporto o, ancora, chiedere consiglio per le proprie scelte in tema di previdenza complementare.

Il raddoppio delle sedi nasce non solo dall’esigenza di dare un migliore servizio alla sempre maggiore utenza che si presenta ai nostri sportelli, ma anche dalla necessità di ristrutturare i locali storici, presso lo stabile dell’Enaip in via Valturio. – spiega il Presidente del Patronato Vito Brussolo – Così fra qualche settimana la sede del centro storico, verrà ristrutturata, garantendo comunque il servizio. Mentre la nuova sede delle Celle, sopperirà a tutte le esigenze diventando di fatto, una opportunità per chi abita nella zona nord della città. Operativi tutti i servizi, tranne Acli Colf e Servizio Immigrati, che continueranno ad essere svolti nella sede storica della Segreteria di viale Valturio 2”.

Il servizio Immigrati, continuerà ad essere svolto presso lo Sportello di via Valturio 2 al primo piano. Offre informazione, assistenza e orientamento rivolto ai cittadini stranieri su ogni aspetto legato alla loro permanenza nel nostro Paese, con possibilità di richiedere il rilascio e il rinnovo dei titoli di soggiorno, avere informazioni ed avviare pratiche di ricongiungimento familiare, richiedere la cittadinanza.

Tabella Attività 2009/2010 dati in aumento  per tutti i servizi: nel corso del 2009 i contatti sono stati oltre 18.000 (il dato non tiene conto di quanti si siano rivolti all’ufficio informazioni o ci abbiano contattato telefonicamente). Nel 2010 i contatti sono stati circa 22.000. Nel 2009 circa 2.000 sono state le richieste di prestazioni d’invalidità civile, mentre nel 2010 circa 2.300: l’incremento si è registrato in particolare sulle richieste d’indennità di accompagnamento (da circa 1.300 a circa 1.500). Nel 2009, le pratiche svolte nei confronti di cittadini immigrati sono state circa 250, mentre per il 2010 sono state 500, il doppio. Per quanto riguarda richieste di prestazioni pensionistiche, i numeri sono rimasti pressoché costanti sulle due annualità: circa 450 le richieste di pensione di vecchiaia, circa 250 quelle di pensione di anzianità, oltre 300 quelle di pensioni ai superstiti, circa 230 le richieste di pensione di invalidità. Si registra un ulteriore incremento sulle richieste di disoccupazione (da circa 1.950 ad oltre 2.000 per il 2010) e una forte crescita di richieste di valutazione della posizione assicurativa (da circa 3.400 a circa 3.800).

Dal 7 marzo LE ACLI RADDOPPIANO CON I SEGUENTI ORARI

Sede Storica: via Valturio, n.2 – 47923 Rimini

lunedi – martedi – mercoledi – venerdi 8,30 – 13,30 il giovedi 8,30 – 12,30

Nuova Sede zona CELLE: via XXIII Settembre, n. 109

Lunedi – martedi – mercoledi – venerdi 8,30 – 13,30

giovedi 8,30- 12,30 e 15,30 – 18,00

sabato 8,30 – 12,00

Inoltre, solo su appuntamento: lunedi, martedi, mercoledi, dalle 15,30 – 18,00

Telefono unico per entrambe le sedi:

0541 784036 – fax 0541 1831638

Ci si può prenotare chiamando il numero verde

gratuito (attivo dal lunedi al venerdi dalle 9 alle 18) 800.74.00.44.

email:rimini@patronato.acli.it

———————————————————————————————————————–

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *