«

»

Apr 21 2013

Stampa Articolo

Si è spento l’ex assessore provinciale Massimo Foschi. Martedì i funerali. Il cordoglio del Presidente della provincia Vitali

da newsrimini

Si è spento a 65 anni Massimo Foschi, assessore prima in Comune poi in Provincia di Rimini dal 1999 al 2004, con deleghe alle attività produttive e ai servizi sociali. Stasera alle 19,30 la recita del Santo Rosario presso la parrocchia San Gaudenzo, dove martedì alle 15.30 saranno celebrati i funerali.

foschi.jpg

provincia | 21 aprile 2013 | 13:35
Massimo Foschi è stato assessore comunale a Rimini nelle due Giunte guidate dal sindaco Giuseppe Chicchi, nel 1992 e nel 1995, dopo essere stato eletto consigliere comunale nelle elezioni del 1990, ’95 e ’99.Così lo ricorda il presidente della ProvinciaStefano Vitali“Conoscevo personalmente Massimo, un uomo ispirato da profondi valori cristiani nel suo approccio alla vita politica e amministrativa. Ma anche un combattente, una persona che dava tutta se stessa nel suo lavoro di insegnante e di rappresentante pubblico, che intendeva puramente come servizio alle famiglie, alle associazioni, ai singoli. Dietro un carattere a volte burbero, Massimo Foschi nascondeva un grande altruismo e una altrettanto grande generosità. La politica riminese, che lo ha visto protagonista per almeno quattro decenni, perde davvero un pezzo di umanità e conoscenza davvero insostituibile. Grazie Massimo”Al cordoglio partecipano anche le presidenze e la direzione ACLI ed Enaip che più volte con Foschi hanno collaborato:

Le ACLI e la Fondazione Enaip S. Zavatta partecipano al lutto che ha colpito la Famiglia FOSCHI con la perdita carissimo amico e collaboratore MASSIMO che ricordano con affetto e stima per la sua vita trascorsa al servizio dei valori dell’Associazione aclista, per il suo grande impegno nella difesa e tutela dei più deboli, sia in qualità di docente del Centro Zavatta che in qualità di politico, come amministratore del bene comune del nostro territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *