«

»

Giu 18 2016

Stampa Articolo

IL LAVORO (NON) C’È, giovedì 23 giugno convegno a Castel Sismondo (Rimini)

«Sono finiti i tempi in cui il lavoro era una sorta di miniera in cui calarsi e trovare un’occupazione. Oggi il lavoro non va trovato, va creato – afferma l’economista Stefano Zamagni –. Va in questa direzione il Fondo per il Lavoro promosso dalla Diocesi di Rimini. Il mondo cattolico riminese ha capito che, anziché piangere e stracciarsi le vesti, è giunto il momento di cercare nuove forme di cooperazione, mettendo in relazione la società civile non profit, le imprese for profit e l’attenzione della Chiesa. Questa esperienza di sussidiarietà circolare ha dato ottimi risultati ed è divenuta un modello su cui anche Bologna si sta muovendo».

E se il Fondo per il Lavoro si è fin qui rivelato un modello appropriato, tante altre realtà della Diocesi riminese si sono impegnate, nel Fondo e/o con altre modalità, per affrontare l’emergenza occupazione e tentare di offrire risposte adeguate.

Tutte queste realtà (Cds – Centro di Solidarietà, Cdo, Caritas diocesana di Rimini, Progetto Policoro, Fondo per il Lavoro, Patronato Acli, Acli provinciali di Rimini, Fondazione EnAip “S. Zavatta” Rimini, Associazione Sergio Zavatta onlus, Associazione di volontariato Madonna della Carità, Cooperativa sociale a r.l. Madonna della Carità), insieme all’Ufficio Pastorale Sociale della Diocesi di Rimini, promuovono il convegno dal titolo “Il lavoro (non) c’è”, in programma giovedì 23 giugno, alle 18.30 a Castel Sismondo (Rimini).

lavoro

Il convegno si apre con l’introduzione del vescovo di Rimini Francesco Lambiasi, a cui seguono le testimonianze e i suggerimenti di imprenditori profit e non profit e di neo-occupati. Intervengono Alessandro Bracci (amministratore delegato del Gruppo Teddy, Rimini) Marco Giannini (So.di.Fer srl, Santarcangelo) e Nicola Pastore (La Formica onlus cooperativa sociale, Rimini).

Per quanto riguarda i neo-occupati, saranno messe a confronto idee ed esperienze, per evidenziare l’importanza del “mettersi in moto” e del rimboccarsi le maniche per inventarsi nuovi lavori e nuove opportunità.

Modera il dibattito Elisa Marchioni, vice direttore dell’Ufficio Pastorale Sociale.

Le conclusioni sono affidate a Stefano Zamagni.

In chiusura, aperitivo musicale.

Le associazioni che partecipano al convegno saranno presenti con desk attrezzati per fornire informazioni sulle loro attività, gli sportelli dedicati e le iniziative in corso.

Con il patrocinio del Comune di Rimini, il contributo di Banca Carim, in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *